“A Rocca San Giovanni una discarica di amianto”

“Prima il Comune chiede di dichiarare improcedibile il nuovo progetto. Poi il CCR VIA (Comitato di Coordinamento regionale per la Valutazione di Impatto ambientale) adotta un iniziale preavviso di rigetto. Martedì scorso 12 giugno ecco la piroetta di 180 gradi: lo stesso CCR VIA revoca il proprio preavviso di rigetto e concede altri tre mesi[…]

Bussi, Bracco: “Da fonte autorevole numeri shock”

“Negli anni compresi tra il 2006 e il 2013 un aumento dei decessi di circa il 5%. Dodicimila persone in più, rispetto alla media nazionale, che hanno perso la vita. Di queste, oltre 5mila la cui causa di morte è stata un tumore. E ai danni dei più indifesi e cioè i bambini, le patologie[…]

Bracco (SI) : “Sicurezza dell’acquifero Gran Sasso ineludibile”

“Una relazione datata marzo 2018 e inviata all’Osservatorio indipendente sull’acqua del Gran Sasso dalla quale emergerebbe il rischio elevato di inquinamento della risorsa idrica. E’ urgente e non più rinviabile porre in essere quelle azioni atte a garantire la sicurezza dell’acquifero. Il tutto prima che sia troppo tardi”. Sono queste le considerazioni che tramite un[…]

“Quando il cemento dichiara guerra alla natura”

“Un’area mirabile sospesa tra cielo e mare potrebbe essere trasformata in una distesa di cemento. Su un promontorio che si trova nella frazione ‘Foreste’ del Comune di San Vito Chietino, si affaccia sulla splendida Costa dei Trabocchi e che confina con il Sito di Interesse comunitario ‘Fosso delle Farfalle’ potrebbe nascere un enorme insediamento turistico”.[…]

“Cacciato perché autonomo, professionale e libero”

“Licenziato perché la propria autonomia e indipendenza non erano affatto gradite e avevano superato il confine dell’accettabile. Messo alla porta in quanto la sua schiena era troppo dritta. Allontanato perché non si è voluto adeguare al nuovo corso politico nazionale che il suo editore gli aveva caldamente consigliato di seguire. Cacciato perché libero. La mia[…]

“Situazione assai delicata a Tamarete di Ortona”

“Insopportabili emissioni di fumi e propagazione di gas nocivi prodotti dagli idrocarburi impiegati nella lavorazione degli asfalti. Il tutto a ridosso di diverse abitazioni e con il dubbio derivante dalla circostanza secondo la quale, probabilmente, la distanza dell’impianto rispetto al centro abitato non sarebbe stata presa in considerazione nell’ambito delle relative procedure autorizzative”. Le tematiche[…]

“Un impianto imponente senza Piano di Emergenza”

  “Pur essendo uno degli impianti di stoccaggio del gas più grandi d’Europa, il Piano di Emergenza Esterno non è stato pubblicato. Questo importantissimo documento (che deve essere redatto di concerto con la popolazione) ha il dovere di essere conosciuto dalla collettività soprattutto in caso di incidente. Il suo non essere disponibile è una criticità[…]

“Un amplissimo tratto marino in ostaggio dal 2005”

“Un tratto di mare della costa abruzzese che dal 2005 è ostaggio di una compagnia privata. Tredici anni durante i quali una superficie superiore a quella dei territori dei Comuni di Chieti, Pescara e Montesilvano messi insieme che risulta essere a rischio perforazione al fine di ricercare idrocarburi. Poco meno di 127 chilometri quadrati il[…]

Perforazioni in mare Abruzzo-Marche:“No tassativo”

 “Le Regioni Abruzzo e Marche assumano una posizione di netta e categorica contrarietà a un progetto industriale che, qualora attuato, non potrebbe che risultare l’ennesimo stupro del territorio. Basta con attività di carattere estrattivo. Basta alla devastazione dell’ambiente”. E’ perentoria la presa di posizione che emerge dal comunicato stampa che il Consigliere di Sinistra Italiana[…]

Allarme trivelle di fronte a Martinsicuro, Bracco-Licheri-Ciccantelli : “Giù le mani dal nostro mare”

Sinistra Italiana condivide le preoccupazioni del coordinamento regionale “No Hub del Gas” riguardanti il progetto ENI per la perforazione del pozzo Donata 4 DIR sito a 27 km dalla costa e che interesserebbe la zona di fronte a Martinsicuro (nel teramano) e San benedetto del Tronto (nelle Marche). Siamo di fronte all’ennesimo tentativo di utilizzare[…]