Licheri (SI): L’unico soccorso “rosso” ad una maggioranza in frantumi è quello di Luciano D’Alfonso: gestione La Gatta fallimentare.

Leggiamo con ironia del comunicato dei circoli del PRC della Val Pescara che promuovono la ricandidatura di Salvatore La Gatta, tessendone le lodi per l’ottimo lavoro svolto come sindaco uscente.
Dopo un lungo silenzio e dopo anni a dir poco disastrosi Rifondazione si ricorda di avere un sindaco a Bussi sul Tirino “vicino ai cittadini e che non fa pagare l’acqua.”
Ci sarebbe da chiedersi quale film hanno visto in questi anni.
Dal 2015 in cui ci fu la prima defezione dalla maggioranza con la fuoriuscita di Sonia Del Rossi, unica vera e risoluta opposizione alle modalità verticistiche e presuntuose del sindaco, in cui democrazia e trasparenza erano parole sconosciute a questa maggioranza.
Ed è grazie alla nostra consigliera Del Rossi e alla sua “schiena dritta” che in questi anni Bussi non solo non è stata lasciata sola ma ha potuto conoscere la verità di una gestione piena di ombre, sopratutto per quanto riguarda due grandi questioni: la bonifica e la reindustralizzazione delle aree inquinate.
Ci siamo sempre opposti al passaggio delle aree da bonificare da Solway al Comune, sottolineando tutti i rischi a cui si andava incontro. Invece il sindaco si è incaponito su Filippi senza mai poi mostrare uno straccio di progetto credibile e senza mettere in piedi una proposta complessiva per la città e per l’intera area, che non andasse oltre una visione ormai antica legata solo alla “Fabbrica”.

Sonia Del Rossi – Consigliera comunale di Si Bussi

Un modello vecchio e superato, che snobba qualunque altro tipo di economia sostenibile, legata al turismo, senza riuscire da una parte a portare investimenti sul territorio e, dall’altra a fare squadra con le parti sociali del territorio per costruire proposte condivise e innovative.

Insomma abbiamo assistito ad anni di balletti e mera propaganda di chi non solo non aveva uno straccio di idea ma spesso farneticava ponendosi come vittima incompresa.
Oggi, al banco di prova dell’approvazione del bilancio, dopo una lunga stagione di opposizione interna, anche Sonia di Carlo (la vicesindaca) abbandona la barca e si colloca formalmente all’opposizione, certificando come la maggioranza del sindaco La Gatta si sia ufficialmente sgretolata per sua totale incapacità.
La nota del prefetto del 24/04/2018 in cui si intima l’approvazione del bilancio di previsione entro 20 giorni è la ciliegina sulla torta di 5 anni di mala gestione, presunzione e un rapporto spesso ambiguo e/o spregiudicato con i privati e con gli altri enti pubblici come Regione o Ministero.
L’unico vero “soccorso rosso” a coprire la superficialità e la sciatteria di questo sindaco resta Luciano D’Alfonso,  sponsor accanito di un’amministrazione che dovrebbe dichiarare solo fallimento.

Daniele Licheri – Segretario Regionale Si

Si rivendica l’acqua pubblica e gratuita, provvedimento del 1972 e che l’amministrazione precedente di Marcellino Maria Chella ha evitato di vendere all’Aca; in realtà il cosiddetto risparmio viene ricaricato sulla raccolta solida urbana che, non solo non è stata ridotta di un solo centesimo, ma, anzi, costa quasi 100 euro in più a famiglia (90.000 euro in più in bilancio). Si rivendicano grandi investimenti nel sociale, ma noi preferiamo parlare di poche mancette date in giro in vecchio stile democristiano, che nulla hanno a che vedere con un vero piano di rilancio del lavoro di una area depressa che ha necessità di idee e progetti innovativi per uno sviluppo serio e duraturo.

I bussesi sono stanchi del clima di odio sociale seminato ad arte nel paese creando nemici per poter coprire le sue mancanze. Un clima mai visto in precedenza e che in anni di crisi economica hanno finito per distruggere un paese che aveva bisogno di stringersi intorno a tutte e tutti.
Di questi teatrini e di queste modalità la cittadinanza è stanca e avvilita.
Forti di anni di opposizione costruttiva e puntuale di Sonia del Rossi, che non ci stancheremo mai di ringraziare, ripartiamo da questo patrimonio per cambiare e scrivere una nuova storia per Bussi e per tutta la vallata già dalle prossime elezioni amministrative.
Daniele Licheri – Segretario Regionale di Sinistra Italiana Abruzzo
Circolo Si Bussi Sul Tirino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *