Bracco-Licheri (Si) Ritirata proposta Mariani su modifiche legge elettorali: siamo soddisfatti

Bracco Licheri (Si) Ritirata proposta Mariani su modifiche legge elettorali: siamo soddisfatti Dopo un’estenuante battaglia in commissione durata un giorno la maggioranza di governo decide di ritirare gli sbarramenti alla “turca”. Siamo soddisfatti di questo risultato che dimostra come nelle istituzioni il ruolo delle opposizioni sia spesso fondamentale per evitare stupri istituzionali come quello che[…]

Bracco (SI): “Questione gravissima che però passa sottotraccia”

 “Ne transitano dieci al giorno. In un mese circa trecento. All’inizio dell’estate una macchia oleosa dalle dimensioni rilevantissime fu avvistata davanti alla costa teatina. Dopo qualche ora, la notizia si dissolse nel nulla. E quella non fu la prima volta. La questione delle navi petroliere che solcano il mare d’Abruzzo è troppo importante per passare[…]

“A Rocca San Giovanni una discarica di amianto”

“Prima il Comune chiede di dichiarare improcedibile il nuovo progetto. Poi il CCR VIA (Comitato di Coordinamento regionale per la Valutazione di Impatto ambientale) adotta un iniziale preavviso di rigetto. Martedì scorso 12 giugno ecco la piroetta di 180 gradi: lo stesso CCR VIA revoca il proprio preavviso di rigetto e concede altri tre mesi[…]

“Arsenico nei terreni di Montalfano di Cupello”

“Per anni rassicurazioni del tipo ‘l’impianto funziona nel pieno rispetto delle regole ed eventuali problemi di matrice ambientale non dipendono da esso’. Oggi, grazie a un accesso agli atti, la verità si cristallizza e con essa emerge un quadro sconvolgente: i terreni e l’acqua che scorre nella falda sottostante l’impianto Stogit di Cupello sono gravemente[…]

Bussi, Bracco: “Da fonte autorevole numeri shock”

“Negli anni compresi tra il 2006 e il 2013 un aumento dei decessi di circa il 5%. Dodicimila persone in più, rispetto alla media nazionale, che hanno perso la vita. Di queste, oltre 5mila la cui causa di morte è stata un tumore. E ai danni dei più indifesi e cioè i bambini, le patologie[…]

Licheri-Bracco (SI) : “Doppia preferenza di genere motivo di orgoglio del Consiglio Regionale

Dopo aver scritto tante brutte pagine rispetto ad altre vicende politiche ed amministrative il Consiglio regionale abruzzese ha finalmente approvato all’unanimità la legge per la doppia preferenza di genere andando così a modificare la normativa elettorale. Si tratta per noi di un motivo di orgoglio e di una vera e propria sveglia per quei partiti[…]

Bracco (SI) : “Sicurezza dell’acquifero Gran Sasso ineludibile”

“Una relazione datata marzo 2018 e inviata all’Osservatorio indipendente sull’acqua del Gran Sasso dalla quale emergerebbe il rischio elevato di inquinamento della risorsa idrica. E’ urgente e non più rinviabile porre in essere quelle azioni atte a garantire la sicurezza dell’acquifero. Il tutto prima che sia troppo tardi”. Sono queste le considerazioni che tramite un[…]

“Quando il cemento dichiara guerra alla natura”

“Un’area mirabile sospesa tra cielo e mare potrebbe essere trasformata in una distesa di cemento. Su un promontorio che si trova nella frazione ‘Foreste’ del Comune di San Vito Chietino, si affaccia sulla splendida Costa dei Trabocchi e che confina con il Sito di Interesse comunitario ‘Fosso delle Farfalle’ potrebbe nascere un enorme insediamento turistico”.[…]

Licheri (SI) : “I dati CRESA sulla povertà in Abruzzo parlano chiaro, servono urgenti misure per ridurre le diseguaglianze sociali ed economiche. Che fine ha fatto il reddito minimo garantito ?”

I dati del CRESA diffusi ieri sulle disparità di reddito e l’aumento degli indigenti parlano chiaro : anche in Abruzzo suona forte l’allarme povertà. Come Sinistra Italiana fin dalla fondazione abbiamo messo al centro delle nostre iniziative politiche il tema delle diseguaglianze come il frutto più aspro delle politiche liberiste che minano alle fondamenta i[…]

“Cacciato perché autonomo, professionale e libero”

“Licenziato perché la propria autonomia e indipendenza non erano affatto gradite e avevano superato il confine dell’accettabile. Messo alla porta in quanto la sua schiena era troppo dritta. Allontanato perché non si è voluto adeguare al nuovo corso politico nazionale che il suo editore gli aveva caldamente consigliato di seguire. Cacciato perché libero. La mia[…]